I 15 errori di ortografia più comuni

Spesso, si presume che per scrivere bene si intenda fare riferimento allo stile dell’autore in esame. Non è esattamente così: prima ancora dello stile dell’autore, del ritmo della narrazione o di qualsiasi altro elemento, bisogna infatti assicurarsi che l’opera rispecchi le principali regole di correttezza ortografica.

Facile, vero? Sì, ma evidentemente non altrettanto immediato, se consideriamo tutte le opere che si riversano nel mercato editoriale senza l’apposita revisione di un correttore di bozze.

Gli errori di ortografia più diffusi

Che nascano per disattenzione o per ignoranza delle principali regole ortografiche, commettere uno degli errori che seguono non rappresenterà mai un buon biglietto da visita per l’autore in esame. Consigliamo, dunque , di prestare particolare attenzione alla lista che segue o di rivolgersi a un servizio di correzione esterno, prima di presentare il proprio testo a un qualsiasi editore.

Cominciamo a prendere nota dei più diffusi errori riguardanti l’uso dell’apostrofo:

  • Un po’/Un pò: trattandosi qui di un troncamento di “poco”, il segno corretto è l’apostrofo, non l’accento.
  • È/E’: il presente della terza persona singolare del verbo essere vuole l’accento. L’apostrofo non è un’opzione valida.
  • Qual’è/Qual è: Non essendoci elisione alcuna, l’apostrofo non è necessario.
  • Un altro/Un’altra:l’apostrofo va posto soltanto davanti ai nomi femminili comincianti per vocali, poiché solo in questi casi “un” si comporta come forma elisa di “una”.
  • D’accordo/Daccordo: La forma corretta è la prima, poiché – anche qui – abbiamo a che fare con un’elisione.
  • Da’/Fa’: L’apostrofo si usa per la seconda persona singolare dell’imperativo. Abbiamo, infatti, a che fare con l’elisione – rispettivamente – di “Dai” e “Fai”.
  • In fondo/Infondo: “In fondo” non va scritto attaccato, poiché sarebbe voce del verbo “infondere”. Esempio: “In fondo, era giusto anche così”; “Ti infondo gioia?”

Adesso, sciogliamo qualche dubbio piuttosto comune in fatto di accenti:

  • : L’affermazione va sempre accentata.
  • : Quando il pronome riflessivo è da solo, va sempre accentato per essere distinto dalla congiunzione condizionale .
  • Perché/poiché/sicché/finché: Questi avverbi e congiunzioni vogliono l’accento acuto.
  • : la negazione (non è né carne né pesce) vuole sempre l’accento acuto (ovviamente, la regola non vale per il pronome ne).

Proseguiamo con alcuni promemoria:

  • Soprattutto: si scrive esattamente come mostrato, ossia con quattro t.
  • Purtroppo/Pultroppo: strafalcione comune ma imperdonabile. La forma corretta è la prima.
  • La D eufonica: Questa andrebbe inserita soltanto tra e congiunzione e parola iniziante con la stessa vocale. Stesso ragionamento per una parola iniziante per a preceduta dalla medesima preposizione semplice. In tutti gli altri casi – fatta eccezione per alcune espressioni, come ad esempio – non si dovrebbe fare uso della d eufonica.

E ci avviamo, dunque, alla chiusura di questo breve sunto, concentrandoci su alcune forme che a volte fanno barcollare molti scriventi:

  • Cia e Gia/Cie e Gie/Ce e Ge: La regola da seguire per fare il plurale di una parola terminante in –cia/-gia è piuttosto semplice, anche se spesso dimenticata. Se la lettera che precede la –c o la –g è una vocale, allora, il plurale sarà –cie/-gie. In caso contrario, la forma plurale non avrà la i.
  • Sce/Scie: Le forme corrette sono SCIEnza coSCIEnza (questa forma vale anche per i rispettivi derivati). Per il resto, la sillaba –sce non vuole la i. Infine, i verbi (come lasciare) contenenti la forma –scie all’infinito, la perdono al futuro e al condizionale.

Hai bisogno di aiuto per correggere la tua opera? Le parole non lette offre un servizio di correzione su misura: potrai inviare anche tu al tuo editore un testo senza refusi!

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...