Come valutare una trama?

La trama è il fulcro di ogni buon romanzo che si rispetti. Facciamo riferimento, senza dubbio, al cuore pulsante di una storia. Tutti gli altri componenti tipici della narrazioni si legano alla trama, a cosa, in sostanza, si vuole raccontare. Uno stile di scrittura sofisticato ed elegante potrebbe risultare vano se le vicende narrate risultano noiose, se non sono capaci di coinvolgere il lettore.

Abbiamo già trattato l’importanza delle valutazioni. In questo articolo andremo nello specifico e parleremo di trama.

Prenditi il tuo tempo. Non essere affrettato

Si sa, ogni aspirante scrittore è il suo principale critico. Quanto più sincero sarai con te stesso, maggiori pareri otterrai dalla principale valutazione, ovvero la tua. A volte ci lega un amore materno verso le nostre opere; vorremmo tenerli perennemente al calduccio del nido o coviamo per loro grandiose aspettativi – “ti vedo già con il bollino dello struzzo impresso!”. Ma è soltanto uno sguardo spassionato che ci indica se il nostro lavoro è capace di volare.

Datti un po’ di tempo. Fai brainstorming. Rigore e pazienza ti indicheranno eventuali lacune a livello di trama.

Hai organizzato l’idee?

Scrivere è un piacere. Quando lasciamo fluire la penna senza freni raggiungiamo uno stato molto simile alla levitazione. Bisogna essere, come disse Hemingway, un po’ ubriachi quando si scrive. Tuttavia l’autore statunitense non girava senza il suo taccuino. Una buona trama nasce prima in testa.

Avrebbe poco senso narrare di un drago che diventa broker a Wall street – ma chissà. Sentiti libero quando scrivi la bozza, ma abbi presente almeno l’obietto, le vicende della parte iniziale, intermedia e finale. Al fine della trama, scrivere una sinossi dettagliata può venirci in aiuto. Sarà infatti la nostra stella polare durante l’ubriacatura creativa. E per l’editing? Leggi qua (inserire – quando sarà disponibile – il link dell’articolo sull’editing di Andrea Ventura)

Ah, dimenticavo, hai mai sentito parlare di Fabula? Si tratta di un mazzo di carte per creare storie coinvolgenti.

Cura per i dettagli

I dettagli fanno la differenza, in qualsiasi campo a dire il vero. Per quanto riguarda la narrazione, i dettagli rendono partecipe il lettore e danno spessore alla trama. Uno sguardo impaurito, la storia di un manufatto, le abitudini di un personaggio, insomma, sfrutta tutto. Sorprenditi. Presta abbastanza cura nei dialoghi: ogni personaggio ha il proprio tono, un diverso modo di esprimersi. Non ti sto consigliando con questo di accogliere personalità multipli dentro al tuo inconscio – più o meno alla “Split”.

Va bene ricreare l’ambientazione da zero. Specifica però come la tua ambientazione si lega al resto del mondo. Che lavoro fanno i personaggi? Che aria si respira? C’è un sistema economico-sociale particolare? Man a mano che si procede con la lettura, al lettore balenano queste domande, e si sente soddisfatto quando trova la risposta, o, meglio ancora, l’arguisce.

Stabilisci le regole del gioco

Ogni categoria ha le proprie linee guida. Questo però non ti vieta di stabilire le tue regole. Nelle distopie, per esempio, il problema della stratificazione della società è una constante, tuttavia puoi decidere tu in che modo. Nei Fantasy è frequente imbattersi con componenti di magia, con creature mitologiche, con regni fatati. Questo ti permette di sfogare la tua immaginazione in maniera molto ampia.

Resta fedele alle regole della tua storia. Introducile al lettore, poco a poco, onde evitare sgomento. Abbi ben chiaro il genere di riferimento e collega le tue regole con le aspettative che essa traccia. Un giallo deve portarmi alla risoluzione del caso, sta a te stabilire non soltanto in che modo ma anche la veridicità, e ciò cambia drasticamente se la storia è narrata nel 1800 o in un futuro ultra tecnologico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...