Di cosa parliamo quando parliamo di editing

Buongiorno a tutti, come da titolo vorrei sviscerare l’argomento “Editing”. Di cosa parliamo?

Non è un argomento semplice, perché ci sono diversi aspetti che possono, ciascuno a modo loro, essere la base per questo topic. Ma andiamo con ordine.

“Editing” proviene dall’inglese to edit, anche se ormai ci discostiamo totalmente da ciò che la parola può significare. Nell’editoria, vuol dire stare a guardare come una bozza diventa un libro.

Tu, autore, hai appena finito di scrivere. Avrai passato mesi a sognare, inventare, camminare con il bloc notes in mano, andare a sfogarti con l’amico di sempre (non necessariamente un umano), riscrivere, ri-cancellare tutto e avrai pensato almeno una volta di darti all’ippica.

Ebbene, passato tutto questo hai scritto la parola FINE e quindi adesso rimane solo la scelta della casa editrice che dovrà valutare o meno il tuo romanzo. O, perlomeno, pubblicare in self publishing.

Tuttavia, te lo dico subito, non è ancora finita. Non è ancora finita perché, appunto, ti servirà un editing e poi una correzione di bozza. Quella che hai in mano, frutto di sudore, lacrime e sangue, non è che la prima bozza di un qualcosa che può diventare ancora più bella di quella che è.

Le parole non lette offre servizi di editing cuciti apposta per te e il tuo manoscritto. Il nostro è un lavoro che si svolge insieme a te, con un confronto continuo.
Contattaci su leparolenonlette@virgilio.it per farci conoscere le tue storie.

Di cosa parliamo, allora, quando parliamo di editing?

In particolare, ecco la mia esperienza.

Ti posso assicurare che è più facile a farsi che a dirsi. Io, da editor, posso dirti che il mio compito si svolge in più step. Il primo.

a) Prima lettura. La prima lettura è la conoscenza del testo stesso, un primo approccio, come se tu stessi conoscendo una persona, e in effetti quel testo lo conoscerà talmente bene da poterla considerare un’amica.

Alla fine della prima lettura ti contatterò per comunicarti cosa non va, di pancia, a intuito o a caso. Potrei anche dirti che ci sono parti da cancellare o da ampliare. Potrei anche dirti che hai usato troppee ripetizioni, o refusi, o errori sintattici.

Però posso anche dirti cosa va bene, quello che hai scritto che vale la pena tenere e riempirti di complimenti.

b) Seconda lettura. Una volta che mi avrai sentito e una volta che io avrò sentito te, sistemerai il testo un’altra volta, seguendo le mie direttive… oppure no! Può essere pure che tu non sia d’accordo e durante la riscrittura ti stiano venendo altre idee, altri dialoghi, altri personaggi addirittura. È per questo che quando leggerò di nuovo il testo starò un po’ più attento alle incongruenze, ai buchi di trama, e a ciò che hai valorizzato.

In questo step può esserci spazio per una terza, una quarta lettura, almeno finché non saremo entrambi soddisfatti.

Infine c’è un ultimo gradino.

c) La correzione della bozza. Nel mondo delle fate il correttore di bozze e l’editor sono due figure diverse. Ebbene, purtroppo (o per fortuna) un buon editor deve sapere anche trovare gli errori di stampa. Qui consiglio sempre di mangiare molte sardine giocare ad “Aguzza la vista”, come nei cruciverba. Anche se, ahimè, il refuso scappa sempre. Sempre.

Come dici? Ho finito i gradini? Be’, ho una buona notizia: il libro è pronto! Puoi pubblicarlo, quindi stai pronto a vederti nello scaffale!

Questo è l’editor. Il tuo primo lettore, un professionista della lettura che ti aiuta, ti consola, ti conforta, ti loda in complimenti sperticati; ma che è anche severo, qualcuno che ti dice le cose per come stanno e che non si fa problemi a farti eliminare quel paragrafo che ti piaceva tanto. Proprio perché l’editor non ha i tuoi stessi occhi, proprio perché non ti conosce e quindi non ha nessun conflitto di interessi.

Ecco cos’è l’editing per me. Che ne dici? Non è un lavoro bello?

Contattaci per lavorare all’editing del tuo manoscritto.
Scrivici una mail all’indirizzo leparolenonlette@virgilio.it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...