“Le parole non lette” a La via dei Librai

Da qualche anno Palermo sta diventando sempre più un polo per la letteratura. Fra le tante iniziative proposte, nel weekend fra il 26 e il 28 aprile si è tenuta, lungo il Corso Vittorio Emanuele, la manifestazione chiamata La via dei Librai, un’occasione per le case editrici, grandi e piccole, di presentare vecchi e nuovi lavori. Inoltre, un’opportunità, sia per il fruitore occasionale che per il cosiddetto “topo da biblioteca,” di fermarsi a leggere negli stand e nelle varie librerie di cui è costellata la via stessa.

Non sono mancate presentazioni, interviste e piccoli eventi che ciascun editore ha proposto ai visitatori.

“Le parole non lette” ha visitato La via dei Librai il primo giorno della manifestazione. Eravamo un bel gruppo di scrittori. Abbiamo fatto un giro tra i vari stand e preso alcuni segnalibri.

C’erano postazioni che riportavano alla memoria storica della nostra città e banchetti, invece, decorati da simpatiche etichette, pronte ad incuriosire il potenziale lettore.

C’è stata occasione per arricchire, dunque, il nostro bagaglio culturale, comprando nuovi libri e ascoltando le testimonianze delle case editrici più piccole, che danno ascolto agli emergenti.

Per un pomeriggio ci siamo sentiti all’interno di un libro, letteralmente, camminando in mezzo alla carta e assaporando le parole, annusando i fogli e osservando con gioia quanto questa esperienza possa cambiare da autore ad autore. Per circa un’ora, la nostra passeggiata ha attraversato tantissimi testi, da autori russi a pensatori siciliani, e così via.

Corso Vittorio Emanuele è diventato una libreria a cielo aperto, fruibile per turisti e cittadini e noi ne abbiamo avuto forse solo un assaggio, concluso poi con un pizzico di nostalgia, perché avremmo voluto ripetere l’esperienza per i due gironi successivi.

Sono felice di aver potuto constatare il buono stato di salute della nostra Palermo, sempre aperta alle arti e alla letteratura.

A giugno, saremo presenti a “Una marina di libri”, dove, fra il profumo dei fiori e l’odore della salsedine che arriva direttamente dal mare, daremo il via all’estate. Con un libro in mano, ovviamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...